Oggi parliamo male, malissimo, di TWD

Ebbene sì.
Sto, come si dice dalle mie parti, DEMMERDA.
E questa volta ho deciso di crogiolarmi in questa sensazione particolarissima. Molti di voi, privilegiati che non siete altro, non ha la minima idea di cosa stia parlando e, beh, beati voi.
Parlo di quell’orribile sensazione di galleggiare in un liquido oleoso e vischioso che, nonostante voi stiate fermi fingendovi morti, cerca di trascinarvi sotto e nove volte su dieci ci riesce, dandovi la fastidiosa ed insostenibile sensazione di non riuscire a respirare. Che poi una parte del vostro essere aneli l’oblio è un’altra storia.
Vi basti sapere che è con questo mood che mi sono approcciata a TWD stagione quattro puntate beh… le ultime trasmesse da Sky. Quindi volevo solo due cose: morte e sofferenza.
Invece al solito mi sono dovuta accontentare delle pallosissime disquisizioni filosofiche sul presunto significato della vita durante un’apocalisse zombie.

Let’s start the show

daryl

Daryl Dixon è quello che si dice un cazzoduro. Lui non è smieloso. Lui non si perde in inutili filosofeggiamenti morali. Lui ha una specie di storia malata con Carol. Lui  ha un passato da Badass che ha convertito in “difesa dei deboli”. Insomma è l’uomo che vorrei avere vicino in caso di apocalisse zombie, sì. Proprio lui. Non “Guardate come sono moralista Rick” o “Mio dio che palle di uomo Glenn”. No. Io vorrei Daryl perchè lui ha la balestra e un suo codice d’onore chiaro e ben definito. Ed ha la tipica sensibilità distorta del cazzoduro convertito.
O meglio, era tutto questo prima che il Governor distruggesse la prigione e lui si trovasse a girovagare per i boschi con “Sono inutile perchè non scopo nemmeno” Beth, sorella dell’ormai odiosa ed insostenibile “Non faccio una cosa sensata” Meggie e figlia di quel grand’uomo “Sono uguale al nonno di Heidi” Hershel, che ci ricordiamo tutti per la meravigliosa scena della decapitazione.
Ma ecco un’istantanea della biondina insopportabile.

BethGreene_

Allora, lei è una sorta di figlia di Gesù o roba del genere, infatti è cresciuta in una specie di fattoria cattoconservatrice con il papi e la famiglia.  Il punto è che ad un certo punto le viene la meravigliosa idea di provare l’ebbrezza dell’alcol. E rompe il cazzo a  Daryl perchè la faccia ubriacare. Lui resiste per un po’, poi, quando dentro di sé comincia a riprovare la gioia nell’idea di ferire qualcuno ancora in vita, la porta in una distilleria clandestina e la fa ubriacare.
Parliamone.
Lei non ha mai bevuto nemmeno un Bacardi Breezer e nonostante tracanni per un’intera giornata alcol denaturato al 95% non va in hangover, non sviene, non vomita, non ride, non fa niente che la possa far sembrare anche solo lontanamente ubriaca. Nemmeno si struscia contro i 90 kg di maschio che ha di fianco. Anzi, lo insulta, lo provoca, lo fa imbestialire e cosa ottiene? Non che lui la prende, la mette a 90 e se la sbatte per tipo due giorni giusto per farle capire chi comanda, no. Lui piange perchè si ritiene responsabile della decapitazione del nonno di Heidi. E lei lo abbraccia da dietro perchè in fondo, nonostante i 200 litri di alcool è profondamente puritana e sia mai che abbracciandosi come persone normali, parti del corpo immonde possano venire in contatto. Beth, io ti odio.

Purtroppo sono finiti i tempi in cui “Sono perennemente arrapata” Andrea molestava “Sono un insano di mente” Shane in macchina, stritolandogli il pisello.

Ma passiamo alla coppia dell’anno “Spero che moriate tra atroci dolori” Glenn e Meggie che io preferisco ricordare così: quando c’era ancora qualche speranza che almeno uno dei due non ce la facesse.

TWD Maggie and Glenn

All’inizio Glenn era uno dei miei personaggi preferiti. Giovane, sveglio, temerario, un po’ incosciente e simpatico. Tutto questo fino a che non incontra Lei, la figlia del nonno di Heidi e precipita nel servilismo della Gleba di Eliana memoria. Diventa una specie di “Vorrei ma non posso essere il tuo cavaliere dall’armatura scintillante” e noi gente sveglia capiamo che il fondo è stato toccato quando a lei ritardano di due gg. ed entrambi invece di pensare ad un’amenorrea dovuta alle pessime condizioni in cui vivono, per non parlare dello stress, sperano che sia il segno divino dell’arrivo di un figlio.
Spoiler: Non arriva.
Io sono disposta a tutto, o quasi, in nome dell’intrattenimento. Ma nessuna mente pensante vorrebbe rimanere incinta durante un’apocalisse zombie. NESSUNO. Invece loro sono lì’ a guardarsi come due facoceri in amore, ma per DIO!!!
Fatto sta che quando il Governor distrugge la prigione la coppia si divide. Nonostante tutto entrambi non cedono all’idea di poter avere perso l’altro e costringono i rispettivi compagni di viaggio a rischiare la pellaccia per ritrovarsi e coronare il loro sogno d’amore. No Way !!!!

Io comincio seriamente a pensare che dietro a TWD ci sia un intento misogino.
Da Lory ad Andrea, passando dalle sorelle bigotte, fino alla famiglia di imbecilli tutta al femminile raccattata dal Governor, le figure femminili di questo serial si caratterizzano per essere un compendio di insostenibile fastidiosità. Stupide, lagnose, mezze zoccole o completamente suore, irragionevoli e moderatamente antipatiche.
Per quanto mi riguarda salvo al momento Michonne e Carol. La prima non c’è bisogno di spiegare perchè, la seconda perchè da piagnina inutile è forse l’unica in quella gabbia di menti malate ad avere ben chiara la situazione in cui sono costretti a vivere ed agisce di conseguenza. Per ora.
Faccio notare che dei bambini ospitati nella prigione, la pazza con tendenze sadiche è femmina.

Ma passiamo alla perla. Colui che io ho sperato di veder morire più e più volte inutilmente: Carl.

Chandler-Riggs-Carl-hat-Walking-Dead-AMC

Ah, Carl, Carl….quante soddisfazioni.
Era un bambinetto piuttosto simpatico.
Convinto che il papi fosse schiattato prima dell’apocalisse, viaggiava con “Mamma zoccola” Lory e “Papà putativo” Shane che scopavano allegramente nei boschi senza nemmeno preoccuparsi di applicare la legge del  – salto della quaglia – . No, loro si accoppiavano come animali felici convinti che tanto cosa può succedere?
Poi il papi torna e tutto comincia a farsi strano.
La mamma è incinta e decide di tenere il bambino perchè in fondo che problema ci crea una gravidanza? Mica siamo nel bel mezzo di un’apocalisse zombie !!! Poi il papà e Shane cominciano a litigare perchè entrambi rivendicano il possesso di zoccolone + ripieno. E via così, fino a che il papi non abbatte l’ex amicissimo Shane dimenticandosi che risorgerà a breve e a Carl tocca fare il lavoro sporco.
Da lì in poi le cose precipitano.
E’ arrivato il momento tanto atteso e mentre tutti sono impegnati a mettersi in salvo da un’invasione di zombie, Lory ha le doglie, ma essendo anoressica ed avendo il bacino come quello di una bambina di 5 anni, il frutto del peccato che preme per uscire ha qualche problema così, complice Meggie (almeno credo è passato un po’ di tempo), la squarciano tutta per far uscire una incomprensibilmente sanissima bambina, che non si sa bene come verrà nutrita, ma pazienza. Indovinate chi sarà costretto ad abbattere la madre con un colpo in testa per evitare che si tramuti in zombie?
Sì, il piccolo Carl con il suo odiosissimo cappello.
Ovviamente queste situazioni al limite del tollerabile hanno trasformato il piccolo lentigginoso Carl in una macchina da guerra antipatica, fredda e, dulcis in fundo, che parla come un libro di citazioni filosofiche.
INSOPPORTABILE.

Dal canto suo “Sono e resterò un moralista” Rick le prende praticamente da chiunque.

review-the-walking-dead-3-06-hounded

Non c’è puntata in cui non sia completamente o parzialmente ricoperto di sangue. Ha la mania del controllo, ha avuto diversi “periodi” caratterizzati da comportamenti ai limiti dell’accettabile, pensavo di mettere in commercio alcune bamboline…. esattamente come con Berlusconi (ricordate Berlusca operaio? commesso e via dicendo?).
– Rick pazzo scatenato
– Rick salvatore della patria
– Rick coltivatore diretto
– Rick ammutinato
Insomma, le ha passate tutte, ma proprio tutte.
Ora per esempio girovaga con Carl e Michonne nella speranza di ritrovare la figlioletta che sembra essere morta durante l’attacco del Governor alla prigione.
Spoiler: la figlia del peccato è un highlander quindi viva e vegeta. Io ho sperato fino all’ultimo che fosse morta e invece…. mai una volta che venga accontentata 😦

Non so dove vorranno andare a parare, so solo che nonostante la trovi una delle serie più altalenanti della storia della TV, passiamo da episodi epici alla noia mortale con una facilità imbarazzante, non riesco a smettere di guardarlo. Sarà il mio innato masochismo? La mia predisposizione naturale alla sofferenza?

Ai posteri l’ardua sentenza.

Poschina – più Dead che Walking

Annunci

2 thoughts on “Oggi parliamo male, malissimo, di TWD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...