Il post che non avrei mai voluto dover scrivere…

Ci sono argomenti che non mi piace affrontare e che, per una questione di rispetto per chi di voi è più sensibile, ho evitato fino ad ora di approfondire. Però l’altro ieri ho visto un paio di foto che mi hanno costretta a tirare fuori quello che ho dentro…. ed ora vi tocca il pappone… eccolo

Alcuni ragazzi invecchiano proprio di merda. 

L’ho detto. Ho buttato fuori il demone ed ora mi sento meglio. Posso ricominciare a guardarmi allo specchio senza vergognarmi della mia mancanza di coraggio.

Cosa mi ha spinta a liberare il demone? Andrea Pezzi. Per chi abbia avuto un’adolescenza molto difficile e non sappia di chi sto parlando; lui:

  

Ad essere onesti, non ricordo precisamente in che anno ho scoperto Andrea Pezzi, o per essere precisi, in che anno MTV ha cominciato a propormelo in ogni salsa fino a convincermi che era il ragazzo ideale. Credo che fosse più o meno a metà anni novanta, quindi facciamo pure che io ero una sedicenne arrapata e lui un ventitreenne che scopava un sacco… ma forse ero un pelo più grande…. cmq.

Il punto è che lui faceva questo programma fighissimo e assolutamente d’avanguardia (tanto che oggi il Gamberorossochannel cerca di riproporre lo schema in continuazione ma con un’aura di premorte e una tristezza di fondo che fanno accapponare la pelle) nel quale invitava ospitoni della madonna (ricordo di essere stata illuminata da Breat Easton Ellis ed essermi fiondata in libreria il giorno dopo per accaparrarmi American Psycho) e si raccontavano la rava e la fava mentre cucinavano. Titolo fantasioso: Kitchen.

Io lo guardavo carica di ammirazione e attrazione ssessuale ed il motivo per cui ero così attratta era la sua appartenenza alla schiera dei fighi-normali. Che si contrapponevano ai Fighididdio inarrivabili e insognabili perchè persino nel sogno non ti avrebbero cagato di pezza forti della loro superioritò in figaggine.

Andrea Pezzi era simpatico, parlava inglese fluentemente, spiritoso, sexy e con le fossette sulle guance. Aveva tutte le caratteristiche per inserirsi nei meandri della mia mente adolescente e convincermi che era il prototipo di “ragazzo ideale”.

Poi è scomparso. O meglio. durante una puntata di Kitchen in cui era ospite Claudia Pandolfi (ha fatto il tiramisù N.d.a.) è scoccata la scintilla, si sono innamorati ed hanno fatto quello che tutte le coppie innamorate fanno…..ossia lei si è sposata col fidanzato storico ed in viaggio di nozze lo ha mollato per scappare con Andrea Pezzi al quale, qualche tempo dopo, ha riservato un trattamento molto simile. Sappiate che ancora oggi mi chiedo che cazzo abbia la Pandolfi di così figo da scatenare reazioni così violente da parte di uomini apparentemente normali…

Quindi La Pandolfi è stato il Fattore Yoko* di Andrea Pezzi. Lo ha rovinato. E di lui si sono perse le tracce… fino a quando, l’altro ieri su repubblica vedo questo:

mi blocco, guardo bene. Corro in bagno…. piango… mi sistemo il trucco e torno alla scrivania come se nulla fosse successo. In cuor mio però, qualcosa è morto.

Anche lui è finito vittima dell’insquallidimento, una malattia che colpisce spessissimo i bei ragazzi trasformandoli nella versione moderna dello Zio Pippo, quello tristissimo che a Natale nessuno aveva mai voglia di stare a sentire.

Il problema non è tanto l’aver messo su 25 kg, o essersi stempiati, ma proprio l’alone di squallore e abbandono.

Poi magari ci parli e te lo faresti lo stesso, ma visto che tanto io non ci parlo….

Ho notato in ben 32 fottutissimi anni di vita che questo problema (l’insquallidimento) capita principalmente agli uomini. Sorry, ma qualcosa dovete beccarvela anche voi…se calcolate che secondo le pubblicità la diarrea, le emorroidi, il gonfiore, il prurito intimo, la puzza di ascelle e l’incontinenza ce le becchiamo noi donne, cucatevi l’inquallidimento e non lamentatevi.

La cosa a volte è anche consolante. Tempo fa su FB (la piattaforma del diavolo) ho ribeccato un mio ex fidanzato dei tempi delle medie…era davvero molto ma molto carino, ora è  terrificante. Semplicemente terrificante. Grazie a dio l’ho piantato e mi sono salvata. Infatti IO oggi sono una splendida trentenne.

Sì, già vi vedo… quelli che mi snobbavano a vent’anni perchè ero rontondetta, noiosa e vecchia dentro, che mi hanno preferito la pompinara di turno; ora che vedete il mio splendore vorreste avere me vicino nelle cene con il capo, almeno so parlare, sono moderatamente ironica e sforno battute a sfondo sessuale come fossero biovette… invece la pmpinara (che ora i pompini non li fa nemmeno sotto paga) che è esplosa sotto i colpi delle 5 gravidanze che voi le avete inflitto, ha smesso di usare i tacchi 25  e non sa usare il condizionale, si è rivelata per quello che è: una vergogna sociale… beh cari miei ex fighi insqualliditi, ora ve la tenete !!! [momento rivendicazione che fottesega al mondo]

Ma passiamo ad un piccolo compendio delle trasformazioni a cui  ragazzi e ragazze possono andare incontro:

– bambina cesso -> ragazza cesso -> donna gnocca

– bambina figa -> ragazza figa -> donna figa

– bambina normale -> ragazza cesso -> donna figa

– bambina normale -> ragazza normale -> donna figa

 – bambina normale -> ragazza normale -> donna normale 

– bambina squallida -> ragazza squallida -> donna squallida

– bambino bellissimo – > ragazzo informe -> uomo orrendo

– bambino bellissimo -> ragazzo bellissmo -> uomo bellissimo

– bambino bellissimo -> ragazzo bellissimo -> uomo insquallidito

– bambino normale -> ragazzo informe -> uomo interessante

– bambino brutto -> ragazzo informe -> uomo interessantissimo

– bambino brutto -> ragazzo informe -> uomo brutto

– bambino bello -> ragazzo bello -> uomo insquallidito

Farei notare che una donna bella non può diventare una donna squallida mente all’uomo, invece, capita assai di frequente.

Che dire? Io mi sono ficcata nella triade “normale – normale – normale” e voi?

Poschina

*cit. Ma una cit. talmente figa, ricercata e da nerdoni di razza che nessuno di voi capirà… 

 

Annunci

2 thoughts on “Il post che non avrei mai voluto dover scrivere…

  1. Il migliore di tutti i tempi! Sono piegata dalle risate. Non so se incazzarmi o ringraziarti per aver fatto in modo che potessi vedere la foto di Andrea Pezzi vecchio e superato. Che tristezza infinita, sono proprio d’accordo con te. Se tutto.

  2. Il migliore di tutti i tempi! Sono piegata dalle risate. Non so se incazzarmi o ringraziarti per aver fatto in modo che potessi vedere la foto di Andrea Pezzi vecchio e superato. Che tristezza infinita, sono proprio d’accordo con te. Su tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...