Ancora? Ma Basta !!!!

Sarà anche un po’ colpa mia, che quando sono a casa da sola mi attacco a Sky Cinema e guardo l’impossibile….però che palle !!!

Stamane, dopo aver fatto i mestieri, aver arrabattato il pollo nella pentola e aver coccolato il distruttore, mi piazzo davanti alla Tv in mutande e canotta (ci sono i soliti 32 gradi) e, col culo incollato al divano in pelle, mi metto a guardare “Immaturi”.

A quanto capisco dovrebbe parlare dei 38 enni di oggi. Perchè se sono passati 20 anni dalla maturità… e la si fa a diciott’anni…. il gioco è fatto.

Il problema cruciale è che i film sui giovani/tardogiovani/neoadulti di oggi non centrano il punto.

Si concentrano tutti sulla presunta mancata volontà dei giovani di assumersi le proprie responsabilità, illustrano solo immature teste di cazzo che non hanno voglia di fare niente, spesso vivono con i genitori, vorrebbero comportarsi come dei quindicenni, rifuggono qualsiasi situazione preveda un minimo d’impegno…. e sono talmente stereotipati da far venire la nausea.

Io ho 32 anni, una laurea, un lavoro, una casa, un cane.

I miei problemi, come i problemi di tutti quelli che conosco e frequento non sono “come non prendermi le responsabilità” ma “come gestire le responsabilità che mi sono presa”. E’ profondamente diverso.  Il problema vero non è uscire di casa ma gestire la nuova casa, la spesa, il mutuo, il gas e le spese condominiali, l’assicurazione della macchina e combattere il terrore che la crisi sta generando ti possa togliere dall’oggi al domani l’unica cosa che ti permette di emanciparti: quel maledetto, fottuto, odiato posto di lavoro senza il quale perderesti immediatamente la casa, la macchina, il cane e la fiducia in te stesso.

E poi nel mondo moderno nessuno dice “porca miseria” ma un bel “Porca Puttana!!!”

Ma dove vivono gli sceneggiatori? Escono mai dalle loro case nelle zone residenziali delle grandi città? Cazzo !!! Cazzo !!!! Cazzo !!! La cosa mi fa imbestialire…. Perchè oggetivamente non è che sia recitato alla cazzo di cane come al solito, anzi; per gli standard italiani è sopra la media… ma è fuori tempo massimo. Sono argomenti già trattati, glià sviscerati… ormai non c’è più niente da dire nè da scrivere in merito….perchè l’era del “non voglio responsabilità” è finita da almeno 10 anni. Ora dovrebbero occuparsi di raccontare (o almeno provarci) quello che succede dopo che la responsabilità te la sei presa.

Ma che vogliamo farci, in Italia amiamo restare ancorati al passato piuttosto che guardare al futuro. L’Italia è morta e il cinema è morto con lei.

Poschina immatura, ma fino ad un certo punto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...