Grimilde e il maschilismo latente in Biancaneve e i Sette Nani

Qualche tempo fa, non ricordo con precisione la data, sono stata costretta a guardare con mia nipote un pezzo di Biancaneve e Sette Nani. Premetto che il film è stupendo e disegnato benissimo. Tuttavia, siccome non posso esimermi dal fare l’idiota in continuazione, ho cominciato ad analizzarlo con l’occhio moderno di una trent’enne del 2012. Ecco a voi cosa è saltato fuori.

Grimilde è decisamente più figa di Biancaneve

Non si capisce come mai lo specchio debba insinuare nel cervello di quella povera donna, splendida quarantenne, che la figliastra sia più bella di lei. Non è vero. Mi dispiace ma Grimilde è fighissima.

Non c’è proprio paragone. Ha un fisico eccezionale, due occhi semplicemente stupendi e porta con gloriosa dignità un mantellone nero su veste blu/viola che mi fa sbrodolare dall’invidia. Per non parlare del cappuccio nero che le incornicia così meravigliosamente il viso . . . Secondo me lo specchio insinua la vergognosa menzogna solo perchè vuole provocare la nostra eroina. Poi dico. Avete notato quanto riesce ad essere cattiva? Quanto riesce a terrorizzare voi uomini adulti del nuovo millennio, anche solo alzando un sopracciglio? Sono cose che quella piagnina di Biancaneve si sogna. A parte che canta alle colombe come solo i pazzi fuori di testa sanno fare, poi è grassa, lamentosa e irritante.

Il modello schiava

Se proprio non siete sensibili all’ingiustizia di sostenere che Biancaneve sia più bella di Grimilde, allora almeno indignatevi per il messaggio maschilista che la fiaba contiene. Il cacciatore che la nostra eroina aveva ingaggiato per uccidere Biancaneve era un senzapalle che la lascia libera. Ovviamente la madonnina infilzata si terrorizza nel bosco di notte, fugge, corre, piange (sai che novità) e si ritrova in una splendida ma mal curata casetta che scopriremo appartenere a 7 nani zozzolusi. Che fanno i minatori. Che credono lei sia un mostro. Che alla fine se la tengono in casa perchè pulisce e cucina bene.

Eccolo. Eccolo il messaggio maschilista.

Biancaneve è benvoluta dai nani perchè è fastidiosamente buona, non si lamenta mai, pulisce casa benissimo (in realtà sfrutta gli animali del bosco ma questo è un altro discorso), cucina straordinarie torte, prepara la cena, spazza il giardino; in pratica è la donna che ogni uomo vorrebbe avere vicino. Una schiava giovanissima e bella. Oltretutto la porca dispensa anche favori sessuali. Lo si intuisce dalla scena dei baci pre-lavoro. Ed è pedofila perchè predilige Cucciolo. Insomma le ha tutte per essere il prototipo di donna che gli uomini adorano e che viene instillato nel cervello delle bambine fin dalla più tenera età.

Grimilde invece è una donna moderna, sola, autonoma, bellissima e terribilmente potente. Rappresentata infatti come una strega. Una stronza. Una reietta.

Quindi il messaggio maschilistissimo mi sembra abbastanza chiaro. E non ditemi che lo vedo solo io.

Biancaneve è scema

Va bene che la piccola è fiduciosa nei confronti del prossimo, pura e bla…bla…bla…. Ma se sai che la tua matrigna ti vuole uccidere, perchè ti ostini a fidarti di qualsiasi persona incontri, rischiando sistematicamente di morire e causando un sacco di problemi ai nani zozzolusi? Poi dico. Una vecchiarda schifosa ti offre una mela. Come minimo la accetti per cortesia e poi la butti nel cesso appena si gira. No? No, lei sorride tutta sbrodolosa nella sua fastidiosa bontà e si addenta la mela, che puntualmente è avvelenata e per poco non l’ammazza. E dire che poco tempo prima aveva già rischiato di morire per colpa della cintura assassina… Ragazza sprovveduta.

The Kiss

Nel libro Biancaneve si risveglia perchè uno dei nani inciampa, fa cadere la bara e il boccone avvelenato esce dalla bocca della morta interrompendo la maledizione, esce dalla bara e tutti vivono felici e contenti. Nel cartone animato invece lei viene salvata dal principe con un bacio.

E se non notate che anche questo è un messaggio chiaramente maschilista allora siete un branco di rincoglioniti. E lo dico con affetto. Quindi leggete la frase in tono sorridente/sarcastico. Cioè. Nell’originale si sveglia per caso…. ma a noi giovani donnine invece viene passato che il principe la salva. E con un bacio. Cioè riescono ad insinuare nelle menti delle bambine che gli uomini ci salvano e per di più grazie al sesso.

COMPLIMENTI.

E complimenti ai miei genitori che me lo facevano anche vedere, e che mi dicevano che era bello, e che lei è brava, dolce, simpatica…. Allucinante!

Grimilde, faccio il tifo per te.

Poschina Grimilde addicted

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...