Quanti?

La domanda di oggi è: quanti chili di merda ci mettiamo addosso per poter andare avanti?

La scienza ci dice che l’essere umano è un animale sociale. In pratica a noi piace stare in branco, in gruppo. Siamo come i canidi o gli elefanti o le formiche. Noi odiamo stare da soli. Ma è proprio così? In fondo nella vita moderna abbiamo case che ci permettono di stare da soli quando vogliamo e un sacco di posti da condividere con esseri della nostra specie per appagare il senso atavico di branco che ci portiamo dietro. Mi chiedo, ma se invece scopri di essere un animale asociale nel branco di animali sociali? Come ti dovresti comportare?  E soprattutto, perchè non dovrebbe essere giusto? Cosa c’è di male nel non voler essere sociali a tutti i costi? E per sociali intendo quella comune opera di distruzione che il mondo opera cercando di costringerti a tutti i costi ad avere perennemente intorno gente. Per sentirti sufficientemente sociale, dovresti in teoria uscire almeno due sere alla settimana e frequentare aperitivi costosissimi e poverissimi in termini strettamente nutrizionali poi, devi tassativamente uscire il venerdì e il sabato sera. La domenica sera è concesso perchè c’è il posticipo e poi per prepararsi psicofisicamente alla settimana lavorativa. Settimana nella quale sarai comunque costretto a frequentare animali della vostra specie con i quali condividerete il meglioe  il peggio della vostra vita.

Mi chiedo alla fine di cosa si parla? Quanti argomenti intelligenti e interessanti si possono tirare fuori in una settimana?

Ma soprattutto…. quanti chili di merda ci mettiamo addosso per poter andare avanti? Quanti discorsi insulsi bisogna ascoltare prima di dire Basta !  Prima di interrompere il flusso di schifo che ti stanno rivoltando addosso e dire “Taci, Taci per favore, fammi vivere”. Perchè si tratta proprio di questo. E’ bello cazzegiare, minchionare, parlare a vanvera per ore. Ridere di ogni cosa. Ma non possiamo farlo sempre, continuamente. Ogni tanto sarebbe bello parlarsi in modo sincero, serio. Adulto. Invece insistiamo nel ricoprirci di merda per non deludere, offendere, criticare gli altri. Se ammettiamo di trovare annoiante quello che gli altri dicono, ci etichettano come snob. E per non risultare snob ci abbassiamo ad approvare ogni cosa, ogni discorso futile, ogni aberrazione mentale. E alla fine la socialità ci diviene odiosa, perchè più che unirci, diventa una tortura, un fottutissimo obbligo. E noi odiamo gli obblighi. Per noi socialissimi esseri umani, l’obbligo è la cosa peggiore. Se ci obbligassero a scopare, cominceremmo ad odiare anche quello.

Se potessimo essere davvero sinceri, non saremmo animali sociali. Se potessimo dire “Smettila di dire minchiate, secondo me sei un coglione e non voglio più ascoltarti” sicuramente srebbe liberatorio, ma rimarremmo soli. Nessuno vuole sentire la verità. Agli esseri umani piace la menzogna. Piace essere assecondati. Ed è per questo che io ormai sorrido e annuisco, con la gente della quale non me ne frega niente, sorrido e annuisco, anche se gli sento dire una cazzata immane. Anche se mi offendono con la loro imbecillità. Sorrido e Annuisco. Perchè in fondo, ci vuol davvero poco a far felici gli altri.

Poschina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...