Tv Series

Ancora non è cominciato Spartacus Sangue e Sabbia (una cosa del genere) e già il mio ormone pompa alla grande….mi immagino dopo un’ora passata a vedere uomini che si scuoiano e poi trombano e poi si scuoiano e via dicendo….. il tutto coperti di olio (dovrebbe simulare il sudore)…

Nell’attesa mi sono donata anima, cervello e corpo, a Boardwalk Empire…. spesso viene criticato perchè eccessivamente cinematografico…..io non capisco in cosa sia negativo questo aspetto ma evidentemente lo deve essere visto che è l’unica critica che viene posta. Io trovo che sia un prodotto quasi perfetto. I personaggi sono delineati bene, con attenzione, le atmosfere sono ricreate talmente bene da trasportarti letteralmente indietro di un centinaio d’anni. La storia è suffcientemente intricata e appassionante….so già che mi mancherà un sacco…. HBO Grazie di esistere.

C’è un’altra serie a cui mi dedico con gioia ogni settimana: Castle. Ho incominciato a vederlo solo come riempitivo. Più passa il tempo e più lo apprezzo. Al momento siamo alla terza stagione. Il rapporto tra Castle e Beckett (il classico ci amiamo ma non se ne fa nulla) si evolve lentamente e si approfondisce sempre di più. E’ una serie leggera, senza pretese eccessive, ma in alcuni episodi ci dimostra che potrebbe tranquillamente farsi più drammatica, più tagliente. Nell’episodio 3×13 si è vicinissimi allo scoprire chi ha ucciso la madre di Beckett 13 anni fa. Si è vicini come mai e Beckett e Castle vengono allontanati dal caso e si avvicinano sempre di più. La tensione è alta e non c’è molto tempo per sghignazzare o pensare alle cazzate e il tutto viene gestito bene, senza patetismi o eccessi di drammaticità spinta. Ora attendo di sapere che cosa ci riserva il futuro ma quegli idioti che mi fabbricano sottotitoli (grazie di esistere) non hanno ancora tradotto l’episodio 3×15, quindi mi tocca attendere domani.

Ma oltre all’eccellenza di Boardwalk e il divertissment di Castle, c’è un gioellino inglese che si chiama Misfits. Parla di un gruppo di giovani disadattati (favolosi Nathan e il maniaco che diventa invisibile), che a seguito di una tempesta sviluppano superpoteri e sono costretti ad uccidere il loro assistente sociale divenuto pazzo sempre a causa della tempesta. Politicamente scorretto, cattivo, tenero e originale, è davvero un piacere da seguire.

Sempre in Inghilterra è ambientato Luther, il lato oscuro del poliziotto. CSI e NYPD docet, ma questa serie e il suo mervigioserrimo interprete, sono davvero meritevoli. Niente ambienti patinati, niente discorsi moralisti…in Luther non si salva proprio nessuno. Il nostro eroe è tormentato, intollerante alle regole e ai protocolli, sanamente umano e terribilmente impulsivo. Luther, ti adoriamo.

Ora, che sono le 20.51 e la partita Milan –  Tottenham è cominciata da poco, mi godo un po’ di uomini in calzoncini, sperando che non sia eccessivamente soporifera……

Poschina Seriuosly !?!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...