Rapporti di lavoro

 Nell’immaginario collettvo, i luoghi di lavoro sono un vespaio di gente assetata di sesso che non fa altro che aggrovigliarsi in continuazione. Ora capiamoci; o io sono capitata nell’unico ufficio dove non ci si tromba sistematicamente, o nel mio ufficio nascondono bene le cose, oppure sono tutte leggende metropolitane.

Analizziamo le ipotesi…..

– sono capitata nell’unico ufficio dove non ci si tromba sistematicamente: è probabile. Statisticamente è un’ipotesi possibile, in fondo potremmo anche essere l’eccezione che conferma la regola. Oppure il fatto di essere in maggioranza cattolici non aiuta la promiscuità. Oppure siamo tutti troppo cessi per accoppiarsi. Oppure abbiamo troppo lavoro.

– nel mio ufficio nascondono bene le cose: tra le tre ipotesi, quella più probabile. Infatti credo sia quasi impossibile che nessuno si sia mai infrattato nello sgabuzzino che si trova tra i cessi, o in qualche sala riunioni al momento non utilizzata. O in ascensore quando le telecamere erano guaste, o nella tromba delle scale nei 2/3 punti in cui le telecamere non possono arrivare.

– sono tutte leggende metropolitane: delle tre ipotesi, la meno probabile. Dalla mia brevissima esperienza, ho potuto costatare che la maggior parte dei tradimenti avviene sul luogo di lavoro e la spiegazione è davvero semplice…passiamo il 90 % della nostra vita in ufficio, quindi se non altro è pratico.

Poi, come ci insegna la Tv, ogni ufficio che si rispetti ha la sua buona dose di tresca boss/segretaria (il mio escluso; vedi il primo punto). Perchè se è vero che i soldi non fanno la felicità, un regalo che comprenda dei carati ti permette per lo meno di essere meno acida. La parte restante avviene tra amici. E quelli sono in assoluto i tradimenti peggiori. Cosa c’è di peggio dell’essere tradita dal fidanzato e scoprire che la troia con cui se la fa, non è quella tronza della collega di lavoro, bensì la tua amica….quella che ti consolava quando avevi i dubbi; quella che ti convinceva di essere paranoica. Quello è il peggio.  In fondo, io che ne so delle colleghe del mio fidanzato? Mi devo necessariamente fidare di CCNDEN. Come lui si deve fidare di me quando dico che Rocco, il nuovo collega, non è portatore sano di mazza da baseball. Poi che sia vero o no non conta, perchè lui Rocco, non lo conoscerà mai. Come io non avrò mai l’occasione di conoscere le sue colleghe che a sentir lui, sono sempre insignificanti, anche se statisticamente è impossibile.

Da quando ho visto ER, quando vado in ospedale mi aspetto sempre di vedere l’infermiera che si aggroviglia felice con il primario. Mai successo, e meno male….perchè in Italia come minimo il primario ha 75 anni ed è bavosissimo….Poi dopo che ho visto GA evito gli ascensori per non essere molestata da qualche chirurgo in astinenza da infermiere.

Dovrebbero avvisarti in fase di colloquio.

“Buongiorno; il lavoro consiste nello smistare la posta, organizzare trasferte, gestire la cassa, le fatture, i contratti e…. ah ecco, dimenticavo, intrattenere relazioni extraconiugali con i colleghi.” Sarebbe tutto più chiaro. Per esempio dove ho lavorato io non ho mai toccato con mano relazioni extra, quando lavoravo in Douglas giravano voci di ogni genere su uno dei responsabili con alcune commesse, ma erano voci, mai nulla di concreto. Poi un lavoro in cui eravamo 10 donne  e nessun uomo (nessuna lesbica accertata) e infine qui. Dove in fase di colloquio non hanno menzionato alcun tipo di relazione extra e infatti è una noia mortale.

Siamo arrivati al punto di inventare finti pettegolezzi a sfondo sessuale per  rinvigorire un po’ la banda, ma niente. Il silenzio più totale. Un paio di anni fa eravamo sul punto di far esplodere il caso diplomatico ma poi anche quello è finito nel dimenticatoio.

Quindi, per quanto mi riguarda non è affatto vero che negli uffici si tromba in continuazione. Nemmeno volendo. A parte pause caffè nelle quali gira e rigira si va a finire a parlare di sesso, non si fa altro. Parlare si, agire no. Io un paio di dubbi li avrei anche ma nessuno mi da corda….vedremo con il tempo. forse siamo troppo pochi…..forse siamo vecchio stile….forse gli aggrovigliamenti sono più un’invenzione cinematografica piuttosto che un problema reale…..forse….chissà.

Io continuo a guardare con sospetto quelli che prendono l’ascensore per fare un piano, quelli che entrano in sala riunioni insieme,  quelli che non si guardano mai e quelli che si guardano troppo. Alla fine troverò anche in questa tomba qualcuno con il Vizietto….fosse l’ultima cosa che faccio.

Poschina Extra

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...