– 4

h. 7.40: esco di casa e leggo sul termometro della piazzetta – 4. Dopo un primo momento di sgomento totale decido che il termometro deve essere rotto. Guardandomi intorno però lo strato di brina che ricopre tutto: case, strade, automobili, alberi, mi fa supporre che i -4 ci siano davvero. Aspetto il treno 20 minuti, nei quali mi si sono ibernati naso, piedi e punte delle dita delle mani. In S. Babila alle 9,15 il termometro segna -1. Tutto questo sproloquiare solo per dire che oggi ha fatto un freddo della madonna, ma non in senso lato, in senso letterale. Si moriva davvero. Per tutta la giornata la temperatura è stata inferiore allo 0. Mica cazzi !!!!

A prescindere dal fottuto freddo, ci sono molterrime novità nella mia vita:

  1. Ho stampato le prime 3 copie del mio libro. Non credo sia davvero la versione definitiva che metterò in vendita, ma mi serve per poter valutare seriamente quanto faccia schifo e soprattutto se ho impaginato correttamente.
  2. Ho praticamente finito i regali di Natale. Mi mancano quelli di CCNDEN, ma solo perchè sono prodotti troppo specifici per poterli comprare da sola.
  3. Sto leggendo la trilogia di Larsson, meglio dire che sono al primo libro e comincia ad appassionarmi nel vero senso della parola solo ora che ho superato la pagina n. 400. E’ indubbiamente scritto bene ma non è assolutamente il Thriller che tutti mi avevano descritto. Al momento però mi convinco sempre di più che acquisterò e leggerò anche gli altri due.
  4. Domani presenzierò alla cena aziendale nonostante sia rimasta per l’ennesima volta profondamente schifata/delusa da alcuni meccanismi della mia società. Un passo avanti verso la definitiva maturità e conseguente morte della mia interiorità.
  5. Oggi ho impacchettato ben 25 fottuti vasi di cristallo con decorazione a foglia d’oro. Me ne mancano solo 45. Poi devo inscatolarli, appiccicare biglietti di auguri e le etichette e poi, solo dopo averli inviati, potrò finalmente riprendere possesso delle mie pause pranzo.
  6. Il solito mal di gola prenatalizio è arrivato. Grazie tante, mi mancava.

Nel frattempo, esattamente mentre la mia vita affrontava tutto questo turbinare di avvenimenti, mi sono vista anche la terza puntata di Glee….ma che minchiata è? va bene il perbenismo e il buonismo e qualsiasi cosa vi venga in mente di mieloso che finisce in “ismo”. Ma un’intera puntata sulla fiera delle banalità in versione clericale è troppo per tutti, persino per me, che come tutti sanno ai telefilm perdono qualsiasi cosa. 42 minuti di merda buttata lì a caso non hanno mai senso, ma se ci aggiungete anche la paternale religoso/politico/sesuale è davvero da considerarsi un oltraggio al comune denso del pudore.

Sempre mentre il turbinio continuava, il vostro presidente (vostro perchè voi lo avete votato e quindi la resonsabilità è solo vostra e non mia) riusciva nei cessi della camera, a 2 minuti dalla votazione sulla fiducia, a comprare i 3 voti che gli avrebbero permesso di mantenere il potere e la faccia. Da culo. la faccia, non il potere; dimostrando per l’ennesima volta quanto la nostra clase politica sia pietosa e terribilmente debole. Basta davvero poco per comprarla o ricattarla. Niente etica o morale. Una vergogna incredibile. Davvero una pessima, ennesima, brutta figura. Ormai non basterebbe più nemmeno la tanto auspicata rivoluzione, ci vorrebbe un vero e proprio massacro a base di sangue e brandelli di carne.

A proposito di sangue e brandelli di carne, continuo a godermi True Blood. Ok, in italiano perde molto, ma in HD guadagna tanto; quindi siamo pari.

Mi serve della porporina ma questo non centra assolutamente niente con tutto il resto.

Sky mi sta dando le sue porche soddisfazioni. Domenica per esempio mi sono fatta la mattinata Jake Gyllenhaal che amo alla follia, persino nei panni del cowboy gay di Brokeback Mountain. Tre ore piene di film in HD senza interruzioni. Orgasmico. L’altra domenica avevo fatto doppietta con Woody Allen e Transamerica. Erano anni che non mi godevo così tanti film. Per non parlare di Com’è fatto e Factory Made, dove posso finalmente capire come si fanno gli oggetti di uso comune. Orgasmico 2.

Mentre l’orda ormai è a quota 14 e Marcus passa davanti alla telecamera con la sua pistolona oro, mi metto di buzzo buono a leggere il libro mentre mi gusto una calda e accogliente camomilla con limone.

Poschina Goooooooooodnight Vietnam

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...