Twilight: perchè non riuscirò mai più a guardarlo senza ridere

 
Ok.
Non stiamo parlando di Bergman, e nemmeno di Ayn Rand, ma a me Twilight mi piaceva anche.
Uso il passato perchè ormai è un anno che tutti lo dissacrano (io in testa).
Stasera ero di nuovo sola  a casa.
Ho fatto i muffin, ho mangiato, ho chiamato la mamma, dato da mangiare a Fufina e alle 20.50 ero seduta sul divano che mi chiedevo che cazzo guardare.
Alla fine mi sono detta "guardati twilight così ti godi un po’ di Edward senza CCNDEN che smadonna a destra e a sinistra".
Metto su il dvd e immediatamente mi vengono in mente le seguenti cose:
 
– Il mio collega che imita l’andatura di Edward come se fosse una specie di toporagno che saltella incondizionatamente a destra e a sinistra.
– Il video di Youtube nel quale un tizio che dovrebbe rappresentare Edward si innamora di un hamburger e recita tutte le scene romantiche parlando ad un BigMac.
– Le migliaia di volte che ho affermato "col cazzo che stavo ferma, gli avrei strappato i vestiti di dosso" con il ricordo delle immancabili risate di chi ascoltava la dichiarazione.
– Le imitazioni di Edward colto da attacco di vomito la prima volta che Bella entra in aula di biologia.
– Le battute idiote sulla Golden Onion.
– Le mie considerazioni su i denti eccessivamente bianchi di Jacob e la domanda che staziona perennemente nel mio cervello: "perchè Bella dovrebbe sprecare tempo parlando con i denti di Jacob invece di pensare a portarsi a letto Edward?"
– I commenti di Stefano e di Carlo ogni volta che si parla di Edward.
– Il mio collega imitatore di Edward che mi chiama Bella Swan tutte le volte che ho i capelli sciolti.
– Il collegamento mentale mamma di Bella/Roswell che immancabilmente mi fa pensare a Max, Liz, Maria, Isobel e a quel punto mi metto a pensare a grey’s anatomy e mi perdo nei meandri di McDreamy, McSteamy e il botox di Ellen Pompeo.
– L’ansia che CCNDEN torni prima (scientificamente impossibile), mi becchi mentre guardo Twilight e mi tiri un pappone terrificante sull’inutlità di Edward.
– La new entry: il confronto tra Edward e Rocco e l’amara constatazione che stavolta è una battaglia senza rivali, bye bye Ed.
– L’espressione di CCNDEN nel momento in cui ha realizzato che stava per arrivare in casa il bluray di New Moon.
– Le 1800 versioni comiche del film, le 100000 battute sull’argomento che imperversano in internet e su FB, i circa 10000 gruppi contro Twilight che cercano di convinvermi a diventare loro fan.
– Il profilo di Twilight sulla nonciclopedia che contiene le perle sotto riportate.
 
Tutte queste cose mi hanno impedito di guardarlo senza ridere ogni 5/10 minuti.
Il potere della dissacrazione è potentissimo.
Vi assicuro che persino nella scena topica del bacio non ho potuto fare a meno di scoppiare in una fragorosissima risata immaginandomi le cento battute che mi sono fatta pensando a quanto sia poco realistica quella scena (che cmq. capisco possa considerarsi funzionale al racconto).
 
Quindi, visto che ho riso tutta sera, passiamo alle citazioni dalla nonciclopedia.
 
> La pusher si avvicina alla vittima con un innocente "Hai letto Twilight?" ma in realtà vuole dire "So perfettamente che non hai letto Twilight te lo chiedo solo per cominciare a parlare per ore di quant’è figo Edward". La giovane vittima che cade nel tranello diventa improvvisamente una lettrice accanita.
 
> Ovviamente il tipo se lo tira fino a strapparselo, e la leggiadra e giovine zoccola, invece che cercare altri ragazzi che si dimostrino più simpatici di un cactus, da brava fungirl qual è decide di fargli ancora di più la corte. Siccome anche tra i vampiri è noto che "la fica è fica, mica ortica", il Lestat delle povere sceme decide al fine di cedere: si scopre così che, per la gioia di tutte le bimbeminkia dark che scrivono di yaoi, il tipo ha un’intera famiglia di giovani bellocci come lui i quali in millemila anni di vita sembrano aver imparato solo ad acconciarsi i capelli e giocare a baseball.
 
> Edward Cullen(o Odoardo Colon) – altresì noto come Cedric Diggory; nonché soprannominato dagli amici Marcellino pane e vino (in Svervegia è conosciuto invece come Bisteccalsangue E Patatine, famoso macellaio e chef della famiglia Mosconi) – è il coprotagonista della nuova soap opera vampiresca nota a tutte le ragazzine come Twilight, nonostante codesto nome venga spesso storpiato in "Tuiligt", "Tuilàit", "Tuailàit", "Twailìgt" e dai più intelligenti "Toilette".
 
Credo di avervi detto tutto quello che il mio cervello malato ha prodotto per oggi.
Ora mi guardo un episodio a caso di Buffy TVS per rimanere in tema di vampiri e amori proibiti….anche se qui nessuno dice ad un altro "stai fermo, non muoverti, non toccarmi e cazzi e mazzi" qui ci sono problemi seri tipo ciulare e perdere l’anima come punizione…..
ah…..la sessuofobia tipicamente americana…..
 
Poschina Dissacrata
 
 
 
Annunci

2 thoughts on “Twilight: perchè non riuscirò mai più a guardarlo senza ridere

  1. Sei una maledetta!!! Ritiro tutte le effusioni e le cose carine che ti avevo scritto su librofaccia!!! Ora non potrò mai più vedere Twilight come prima (il che non vuol dire che non lo vedrò più!)MALEDETTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...