Lowenstein

 

Sono le 10.45 di domenica 31 Maggio.

Anche stamattina mi sono svegliata con quella stronza di tortorella che tubava nelle tegole del mio tetto.

Anche stamattina mi sono svegliata perchè la bora che rinfresca la Lombardia ha fatto sbattere le finestre in continuazione.

Ieri sera mi sono addormentata tardissimo.

Beh, tardissimo rispetto il mio standard.

Erano quasi le 3.00.

Beh, diciamo che mi sono fatta prendere un po’ la mano dal film che stavo guardando.

"Il principe delle maree".

C’è una scena, una tra le tante, che mi fa piangere come un vitellino.

E’ l’ultima.

Quando Nick Nolte è ormai tornato in South Carolina, ha ricominciato a fare l’allenatore e l’insegnante, è ritornato tra le braccia della moglie…..beh, in pratica ci confessa che tutti i giorni, mentre torna a casa, quando arriva sulla cima del ponte e scollina, sussurra come una preghiera "Lowenstein…..Lowenstein"……..e giù lacrime.

Fiumi di lacrime silenziose.

Sì, perchè lei è la donna che ha amato a New York, colei che lo ha tirato fuori dal riccio in cui si era rinchiuso da anni.

E’ la donna che ha amato profondamente.

E lui è l’uomo che l’ha fatta sentire viva e stare bene dopo ani di matrimono con uno stronzo snob violnista di successo.

E in quel sussurro c’è tutto il rimpianto di non aver potuto continuare la relazione.

Di non essersi incontrati nel momento giusto.

Di amarsi ancora, nonostante tutto.

Dio quanto è bello quel film.

L’averò visto decine di volte, ho anche letto il libro……e tutte le sacrosante volte che lo vedo piango..

Mi immedesimo, lo vivo proprio come se fossi io.

Ma forse sono io?

Boh.

Non è dato sapere.

So che da quando l’ho visto tutte le volte che faccio un ponte, arrivo in cima e scollino, non posso non pensare di essere Tom Wingo, che sussurra il nome di Susan Lowenstein per riempirsi il cuore di passione e amore.

Ma non è mcia l’unico film in cui piango a dirotto.

Eccone un breve elenco:

– I ponti di Madison County: Piove; Francesca è in macchina con suo marito…..di fronte a loro, fermo ad un semaforo rosso, il pick-up di Robert. Lei è tentata di scendere e correre da lui, la sua mano indugia sulla serrature della porta. Il semaforo diventa verde. Robert non parte. Lei, straziata dal dolore non scende dalla macchina e il pick-up riparte svoltando l’angolo. Non si rivedranno mai più.

– I ponti di Madison County 2: Le ceneri di Francesca vengono sparse nel fiume in cui furono sparse quelle di Robert.

– Moulin Rouge: Satine muore tra le braccia di Christian.

– E.T: Sembra che l’aieno stia morendo…….non posso vederlo soffrire e piango.

– Come Eravamo:  I due amannti impossibilitati ad amarsi si ritrovano dopo anni…..mentre se ne va, lui la guarda  come se non avesse mai smesso di amarla… (non piango sempre ma spesso e volentieri sì).

– Animal House: piango dal ridere praticamente per tutto il film. (questo non ve lo aspettavate….)

Ci sono altri film per i quali piango sistematicamente, che ora non mi sovvengono…..

E ci sono anche uno sfacelo di libri con i quali mi sono fatta grandi caragnate.

Piangere, come dice la dott.ssa Lowenstein è terapeutico.

"Piangi, Senti il dolore….starai meglio".

Ora, se qualcuno di voi avesse bisogno di piangere può attingere a questa breve lista.

No, non ringraziatemi, lo faccio per voi.

Se siete particolarmente depressi, vi sconsiglio i Ponti di Madison County…..davvero troppo coinvolgente per chi ha già il cappio in mano.

Ah. dimenticavo……se siete vagamente depressi, probabilmente non dovete nemmeno sbattervi per trovare i film segnalati….. In un momento di pseudo-depressione ricordo di aver pianto guardando Friends (quando Ross e Rachel si lasciano), Buffy (quando Angel se ne va da Sunydale), Dirty Dancing (in continuazione), I segreti di Brockeback Mountain (quasi sempre perchè sapevo come sarebbe finito), Animal House (giuro….non accettavo la prematura scomparsa di Belushi), Iron Man (non accettavo l’impossibilità di avere una relazione ad esclusivo sfondo sessuale con Robert Downey Jr.), Notorius (quando cary Grant lascia che Ingrid Bergman sposi lo schifoso nazista), Rebecca la prima moglie (quando tutti, ma dico proprio tutti, non riconoscono l’autorità della nuova sig.ra De Winter)………e qui smetto……potrei andare avanti all’infinito.

Ora mi sa tanto che prearo le patate, mi svacco sul divano, digerisco gli Waffles, e guardo qualche puntata di Angel…….

O di Buffy….O di friends….O dormo……..

Cmq. mi rilasserò un sacco….. :):):)

Poschina Lowenstein

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...