Sarà la primavera…

 
Sarà la primavera, sarà che ho finito il libro a metà viaggio (ero appena in Bovisa)….sarà che cazzo ne so….ma ho riflettuto moltissimo nei tre quarti d’ora che intercorrono tra Bovisa e Via Durini.
Mi sono accorta che ascolto la musica per stordirmi e non pensare.
Cioè, mi illudo che la mente si saturi di musica e che questo mi impedisca di pensare.
Non so se esiste lo scazzo da primavera, ma io ce l’ho.
Sarà anche la lettura di American Psycho che non aiuta per ninte….ma credo che la cosa abbia radici più profonde.
Sono frustrata, insoddisfatta, vagamente depressa.
Mi guardo intorno e mi accorgo di non aver fatto niente.
O meglio, se ho fatto qualcosa, è stato praticamente inutile.
Sono ferma in un limbo dal quale non riesco ad uscire.
Non ho concluso niente.
Spendo i soldi e non so nemmeno in che modo perché non faccio niente di speciale…non viaggio, non compro vestiti firmati, né prodotti di bellezza che giustifichino un tale dispendio economico.
Ormai poche cose mi interessano davvero, e anche quelle mi sddisfano poco.
Mi sento vagamente inutile e priva di interesse…nel senso che mi accorgo che gli altri non provano nessun interesse per me.
Ho bisogno di concludere qualcosa, di sentire che sto facendo qualcosa di utile e invece niente….cazzo ! sono qui in questo mondo di merda dove tutti raggiungono continuamente obiettivi e io niente, nemmeno uno.
Almeno quando studi lo fai per un diploma o per la laurea…
[stendiamo un velo pietoso sull’utilità di studiare nella società moderna e sulle conseguenti frustrazioni che genra sul ceto medio].
Sono inutile.
Non una goccia nel mare.
Meno.
Mi rendo conto che non sono per niente ambiziosa.
Lo ero; ma l’ambizione è stata sotterrata da strati e strati di porte sbattute in faccia e di realtà che più crude non si può che mi hanno portata a rendermi conto che la mediocrità è l’unica certezza che mi rimane.
Non perché sia più facile….ma perché è davvero l’unica frontiera da raggiungere o, nel mio caso, da mantenere.
Per non pensare a quando mi arrischio a fare un bilancio dell’esistenza e mi vedo a 14 anni perennemente pseudodepressa, ma con un sorriso sulle labbra che faceva presagire chissà quali conquiste nel mondo sociale.
E invece?
Io sono sempre nella scatola sul balcone…che in reltà ho deciso di spostare in camera….e quella cosa che gira in questa società è quello che sono diventata, che come ribadisco ormai in continuazione, NON SONO IO !!!!
Mi erano rimaste piccolissime pillole di speranza dovute a sporadiche botte di culo…
Ma negli utlimi anni sono crollate anche loro…sotto il peso della maturità.
Beh, è la vita bellezza !!!
D’altronde è solo una questione di scelte.
Mother Grace, detta anche Ciccins, lo aveva detto a chiare lettere :”COSA VUOI PRETENDERE CON QUELLA LAUREA LI’”.
Ora qualcuno provi a darle torto apportando alla sua disperata difesa della mia dignità argomenti quantomeno realistici.
….
….
Nessuno ci riesce, vero?
Lo so perché io sono anni che ci provo e ancora non ci sono riuscita.
E quello solo per quanto riguarda lo studio…il resto non mi ci metto nemmeno ad affrontarlo.
Ma non è solo quello….è che da adulta ti rendi conto improvvisamente che tutto è compromesso e che a tante cose non hai il coraggio di rinunciare…e ad altre non hai il coraggio di dedicarti.
Forse è un’analisi impietosa della mia vita.
Forse sono stata fin troppo buona.
Ma credo di aver avuto almeno il coraggio di ammettere a me stessa 2 cose fondamentali:
  ho fallito;
II° morirò sola con 5 gatti, 2 criceti, 4 cani e un ippopotamo nano in piscina.
 
Poschina
 
P.S: stamattina in San Babila ho visto il mio ex Prof. di design. Una specie di Patrick Bateman della romagna…ehehehhehehehe
 
Annunci

One thought on “Sarà la primavera…

  1. Alla fine solo per smentire pubblicamente le tue teorie sulla tua inutilità mi sono dovuta registrare su questo sito…Ebbene si. Basta teorie di Mother Grace, basta la scatola…Non posso sentirti dire (scrivere) queste cose..Sei una persona unica, dotata di un\’incredibile anima, capace di guardare oltre…Vedere cose che le persone comuni non osano nemmeno immaginare…Sei dotata di un intelletto(che parolona ho il vocabolario alla mano) che se un terzo delle persone che nel mondo ci governano avrebbero, beh credo che tutti questi problemi(guerre, discriminazioni, ingustizia sociale) non sarebbero nemmeno presenti…Anzi ne sono sicura…Mi hai aiutata molto mia adorata, mi hai fatto sentire meno il peso di una solitudine che a volte uccide…E ti sembra di essere poca cosa…No…Non dirlo, perchè allora mi escono i fulmini dal cuore, e ti becco…Sei dotata di un cuore così grande e pieno di amore, che non posso credere e pensare a quello che hai scritto…Sarà il libro, la solitudine del momento, la musica che non fa partire il cervello…Ma non considerarti mai piccola, per me sei IMMENSA……….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...