Possimo parte II

T’Acciiiiido !!!!!!!!
 
Tra i vari ricordi che popolano la mia mente, vi è quello della festa in cascina di Andreino. Il 28 Agosto Andreino compie gli anni. Quell’estate faceva parte della serie “camping a tutti i costi” e venne deciso di andare a Possimo, in una cascina.
Ovviamente pioveva. A quella scampagnata presero parte anche alcune persone che solitamente non presenziavano ai raduni bucolici per problemi di lavoro. Fatto sta che quella volta c’era anche Andrea (Permesso).
Vi descrivo l’immagine che ho negli occhi.
Pioggerellina di fine agosto.
Folto gruppo di giovani attrezzati come profughi.
La salita era decisamente un pantano.
Il festeggiato, per non smentirsi, era salito in motorino.
A metà salita, stanco, affamato, bagnato e attrezzato con un ombrello che usava come racchetta da trekking, Andrea Permesso comincia lo show.
“Dov’è Andreino?……..”
poi, di colpo, si sente…
…”……T’Acciiiiiiiido!!!!!!”
“T’Acciiiiiiiiido!!!!”
Vi assicuro che era uno spasso.
La sua voce gracchiante echeggiava nella valle.
Era tutto ovattato per la pioggia e si sentiva solo lui, corvetto disperato e stanco che gridava la sua vendetta.
Cari lettori, dovete sapere che alla fine della salita, c’è un “muro” cementato. È il pezzo più duro di tutta la salita.
Permesso piantava con cattiveria il suo ombrello e continuava le sue minacce…era esilarante…”Dove sei?……adesso t’acciiiiiiiiiiiiido !!!!!”.
Tutto ciò per una buona oretta, finchè non siamo arrivati in cascina.
Una grande stanza col pavimento di pietra, fredda e umida, nella quale ci siamo cambiate in massa e in modo assai promiscuo…al punto che Giuliano potrà definirla sicuramente l’esperienza più sconvolgente della sua vita. La serata scorreva tranquilla, solito menù a base di strinù e formaggio alla piastra…fino a che, verso l’una io (che ero seduta di fianco a Cranio) sussurro ad Anna:”Mi sa che ci sta provando” vista l’insistenza con cui mi accarezzava la schiena………(ancora adesso io ed Anna ci facciamo grasse risate ripensandoci)…devo dire che il mix di Vodka e hashish aveva fatto il suo dovere e probabilmente risultavo agli occhi di Cranio molto più affascinante della realtà.
In tutto ciò va ricordato Giuliano che spuntava da ogni finestra gridando “cucù” generando il delirio collettivo.
La notte, sdraiati uno sopra l’altro sul pavimento freddo cercavamo inutilmente di lasciarci conquistare da Morfeo…ma l’impresa risultava difficile, in quanto alle 4 del mattino erano partiti strimpellamenti di chitarra e barzellette infime, Pierfranca capeggiava il gruppo, seguita principalmente da uomini poco inclini a concludere la serata.
Disperata e stanca, esco dalla casa e mi aggiro in compagnia di altre donne alla ricerca di un posto in cui dormire……le tende pullulavano di sconosciuti e le scartammo immediatamente…..fino a  che, illuminata dalla luna come in un sogno vediamo lei…..LA JEEP DI FERRY.
Grazie a Dio i bergamaschi non hanno la fobia del furto e non chiudono a chiave le auto…..quindi la Jeep divenne un caldo rifugio e finalmente riuscimmo a prendere sonno.
Così si conclude il week-end ricordato come quello di Permesso e Cucù.
 
Piccola pillola per far capire come siamo pirla noi donne. (si astenga dalla lettura che ha fatto il ’68).
 
Elisa stava già con Mirko.
La notte si era rifugiata anche lei nella Jeep di Ferry.
La mattina Mirko alzandosi non la vede accanto a sé….apre le tende per cercarla vede gente sconosciuta….allora decide di scendere a valle per farsi una doccia…incazzosino perché la sua donna non era stata tutta la notte all’addiaccio con lui.
Al suo risveglio, Elisa non trova il suo cavaliere dall’armatura splendente ad augurarle buona giornata, ma le giunge voce che sia arrabbiato con lei perché era fuori dalla cascina.
Allora, in perfetto stile femminista, si fa prendere da un attacco di panico e costringe me ed Antonella a scendere con lei per andare a scusarsi con il prode cavaliere.
Inutile aggiungere l’incazzatura mia e di sua cugina che abbiamo dovuto rinunciare alla domenica con gli amici.
Evviva le donne !!!!!!!!!!!
 
 
 
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...